lunedì 23 settembre 2013

sad teen with happy faces

ho bisogno di scrivere, ho bisogno di capirci qualcosa.
queste due settimane sono state le peggiori. non solo per le innumerevoli abbuffate o per il peso. nella mia testa ultimamente si sono accavallati pensieri di ogni genere.
forse non doveri perdere altro peso, sto bene così.
le mie cosce continuano a toccarsi, sono una balena.
ho una pancia enorme, voglio vedermi le ossa.
mangiamo solo qualche biscotto, non saranno certo quelli a farmi ingrassare.
alla fine non mi odio così tanto.
dovrei digiunare per tre mesi.
devo essere più magra.
mi odio con tutta me stessa.
sto sprecando il mio tempo.
dovrei essere più attiva, più positiva.
vorrei poter sotterrarmi sotto le coperte e rimanere là per sempre.
eccetera eccetera.
i miei sono sempre più preoccupati, vogliono che mangi. e mangio. mangio mangio mangio.
dicono che sono magra abbastanza, ma so benissimo che mentono. io non sono magra. al massimo sono normopeso. 
oggi ho fatto un prelievo e per la prima volta hanno avuto dei problemi a trovarmi la vena. ci hanno messo 5 minuti per riempire la fialetta. il sangue non usciva.
"devi mangiare di più alessia, ovvio che non hai sangue"
ho passato il pomeriggio a studiare e, strano a dirsi, ero quasi felice, una normale quindicenne.
mentre adesso sono la persona più depressa di questo mondo. cambio umore ventimila volte al giorno, non so mai come mi sento.
mi guardo allo specchio e dico "mmh sei abbastanza in forma", poi mi capitano gli occhi su ragazze magrissime e perfette, e capisco che il mio corpo non ha niente a che fare con il loro.
voglio iscrivermi in palestra, ma costa troppo.
ieri stavo girando su tumblr e ho trovato una foto con scritto "sad teen with happy faces", ragazzi tristi con facce felici. e ci ho pensato su. nessuno sa di quello che sto passando, perchè alla fine nessuno vedendomi potrebbe mai pensare a termini come "anoressica" o "psicopatica". è una cosa che ho dentro di me, la mia insanità segreta, che nessuno dovrà mai conoscere, altrimenti sono sicura che sarei spedita direttamente una clinica per malati di mente. riguardo a quella frase, c'è un'altra cosa che mi ha fatto pensare, "teen". si pensa sempre "sono ragazzi, che ci vuoi fare, è l'età un po' della pazzia". e invece no. ho paura che sarò così anche a 20 anni, a 40, a 60. forse cambieranno un sacco di cose, ma la mia ossessione per le calorie, i miei pensieri malati, e se mi accompagnassero per tutta la vita?
come le cicatrici che ho sul braccio. non se ne andranno mai. in questi giorni ho pensato più volte di aggiungere qualche altra, ma poi sono semplicemente scesa in cucina e mi sono abbuffata. perchè è questo che è diventato il cibo, una sorta di autolesionismo che al posto delle cicatrici e il sangue, lascia grasso e un senso di schifo addosso per tutto il giorno.
una parte di me vuole davvero cambiare, essere felice, fare qualcosa per andare avanti in modo diverso, essere "normale". 
una parte di me invece vuole solo dimagrire, tirare avanti, dimagrire, studiare, dormire, dimagrire, buttare dentro un po' di ossigeno e dimagrire ancora un po'.

-

d.a. di oggi:
c: croissant piccolo, succo ai mirtilli
p: petto di pollo, spinaci, una susina
c: tre cucchiai di polpo con le patate, mezza fetta di pane semi-integrale, mezzo biscotto al cioccolato


2 commenti:

  1. Ciao, da oggi ti seguo anche io :)
    Dai, tranquilla magari è solo una fase passeggera e presto lo sfogarsi sul cibo passerà!
    Concordo con te sul fatto che quando ti guardi allo specchio e vedi qualche accenno di cambiamento, ma poi ti passano sotto gli occhi ragazze perfette ti stravolgono la giornata, capita anche a me, e mi sento così fuori posto.
    Per quanto riguarda il dca non si sa se ti perseguiterà anche più in la, questa è una cosa che potrai vedere solo in futuro, ma tu pensa adesso, al presente!
    Sono sicura che tutto si sistemerà al più presto ;)
    Passa da me se vuoi.
    Un abbraccio :-*

    RispondiElimina
  2. Mi dispiace tanto cara... Me lo sono chiesto anche io, se questa ossessione potrà mai finire.. Magari un giorno ricomincerò a mangiare in maniera normale.. ma smetterò mai di chiedermi quante calorie ho assunto? Smetterò mai di pesarmi ogni giorni per tenere il peso sotto controllo? Smetterò mai di pensare che i carboidrati e i grassi sono alimenti proibiti e mangiarli è sbagliato?
    Forse smetterò di cercare di dimagrire, ma non smetterò mai di sentirmi grassa, perchè sarò sempre grassa.
    E invece forse non sarà così.. Non ce lo dice nessuno.. Facendo tutto da sole forse arriveremmo a questo punto, ma facendoci aiutare da qualcuno invece.. magari riusciremo ad essere normali.. Sei molto giovane, non rovinarti l'adolescenza, cerca aiuto da chi ti vuole bene.. Non uno psicologo magari, ma contatta un nutrizionista.. Un bacio

    RispondiElimina

se non avete niente di carino da dire, tacete. grazie.