mercoledì 30 dicembre 2015

Lithium

Oggi è stata una giornata di merda (strano).
Mi sento come se la mia felicità dipendesse dalle altre persone, anzi da delle specifiche persone.
Maschero l'amore dietro l'odio, mando a fanculo chi mi ama e inseguo chi di me ne farebbe a meno.
Continuo ad odiarmi così tanto, troppo. Non credo di essere mai stata così male con me stessa prima d'ora. Scappo dal passato, dalle persone, dai ricordi per poi lasciare che mi annientino passo dopo passo. Non affronto le cose, le evito, ma quando inevitabilmente devo confrontarmici ne esco a pezzi.
Sono alla disperata ricerca di qualcuno in grado di ricompormi ma la verità la so bene. La verità è che solo io posso farlo, ma io sono troppo debole, troppo stanca, troppo distrutta. Prima stavo male ma avevo voglia di stare bene ed era questo a salvarmi. Adesso subisco passivamente i giorni, chi mi ama, chi mi odia, il mondo e me stessa. Tutto ciò mi fa sentire ancora di più un fallimento e una delusione, l'odio che provo nei miei confronti aumenta e mi sento risucchiata in un abisso oscuro, al quale sempre di più sento di appartenere.
Sono a mio agio nello stare male, nella tristezza, e allo stesso tempo non ne posso più di sentirmi così.
Non ho la forza di chiudere con il passato e con chi mi ha fatto e continua a farmi del male (disturbi alimentari compresi), sento che toccherò davvero il fondo stavolta.
Più scappo, più l'oscurità mi risucchia.
Mi sento come se non avessi più aria.
Ho bisogno di essere salvata e ho bisogno che a salvarmi sia io, non starò mai davvero bene altrimenti.


Prima o poi, stasera però me ne vado a letto con i crampi allo stomaco.


Nessun commento:

Posta un commento

se non avete niente di carino da dire, tacete. grazie.